Dolcedo e valli dell’olio

Un borgo elegante tra ulivi che si specchiano in laghetti senza tempo

Dolcedo e valli dell’olio

Un borgo elegante tra ulivi che si specchiano in laghetti senza tempo

Dolcedo è un piccolo tesoro tutto da scoprire situato nel cuore della Val Prino, detta Conca d’oro per via del colore dell’olio di qualità sa sempre ricchezza per questa vallata. E’ il tuo luogo ideale se sei in cerca di cose semplici e autentiche, soprattutto in estate, quando potrai assaporarne il fresco e la tranquillità, sedendoti in una delle trattorie della zona.

Nome in dialetto: Duseu

IAT: Viale Matteotti, 37 Dolcedo

Telefono: 0183 660140

Partendo da Prelà, prendi la strada che porta ai paesini di Valloria, Tavola e Villatalla - vere e proprie sorprese architettoniche e artistiche.

Semplicità e magnificenza

Percorrendo i sentieri lungo il torrente, ammira lo scenografico Ponte Grande con la sua magnifica arcata a sesto acuto e accarezza con lo sguardo la palazzata, testimone di splendori antichi. Ti sorprenderà la barocca Chiesa di San Tommaso, opera del Marvaldi custodita in una piccola deliziosa corte. L’interno è un trionfo di stucchi dorati su pareti dipinte di blu.

A Dolcedo, la coltura dell'olivo e la produzione di olio sono una tradizione secolare. Prova il celebre olio appena franto ''Primoruggiu'', che vuol dire appunto primo fiotto.

A spasso tra borghi e laghetti

Nei dintorni non c’è che l’imbarazzo della scelta: bellissimi, il paese delle mongolfiere, i Laghetti di Lecchiore, immersi nel verde, vero sollievo alla calura d’agosto; Prelà, con i suoi mulini, il ponte in pietra a due arcate, l’antica chiesa di San Giovanni Battista del Groppo, i 12 campi di petanque. Dominano la valle Villatalla, Tavole e Valloria; quest’ultima è rinomata per le sue porte in legno dipinte da artisti provenienti da tutto il mondo e per il curioso Museo delle Cose dimenticate.

Cosa sono i muretti a secco? Rappresentano un patrimonio culturale del territorio ligure di inestimabile valore. Questo complesso sistema costruttivo permette di rendere coltivabile un territorio a picco sul mare, con sapienti terrazzamenti.

I tesori nel bosco

Se poi sei un amante della natura e del trekking, qui intorno troverai infiniti sentieri nel bosco e muretti a secco. Santa Marta, la Madonna del Piano, Madonna dell’Acquasanta: i santuari si sprecano da queste parti e hanno una caratteristica: sono immersi totalmente nella natura.

Vivi

  • Consigli
  • Eventi
  • Itinerari
  • Experience
  • Consigli
  • Eventi
  • Itinerari
  • Experience