Pansoti

Pansoti

Pasta ripiena tipica della cucina ligure, le cui origini sono a Levante, probabilmente a Bogliasco o a  Sori, paesi che si contendono la primogenitura. Su condiscono abitualmente con la salsa di noci.

Curiosità

Il nome deriva dalla forma “panciuta” anche se si racconta di un generale francese, Pansoit, che assediando Genova avrebbe procurato cibo alle truppe inventando questa pasta ripiena di erbette.

Caratteristiche

Ingredienti: borragine e bietole (meglio se si ha a disposizione il misto di erbette selvatiche che costituisce il cosiddetto prebuggion) in tutto grammi 600, farina 400 grammi, quagliata ligure (prescinseua) 150 grammi, due uova, formaggio parmigiano, vino bianco, sale.

Come viene lavorato

Preparazione: prendete le verdure e fatele bollire 5 minuti, quindi premetele affinché diano tutta l'acqua, passatele quindi in padella con olio, cipolla e vari gusti.
Preparare un composto formato dal tritato delle erbette, dalla quagliata, dal formaggio grana, dalle uova e dal sale. Predisporre e quindi tirare una sfoglia larga e sottile costituita da farina e vino bianco, dalla quale si ricavano dei quadrati di circa 15 cm di lato, entro i quali sarà posta una nocciola di composto. Avvolgete poi la pasta a formare un fagottino, fermandolo nel punto di unione dei lembi con una lieve pressione delle dita. Quando sono abbastanza asciutti mettete i pansoti a poco per volta in acqua bollente, osservando, però, che non sia troppo salata.

Dove trovarlo

[qui andrà il codice embed della mappa]

Vivi un viaggio nei sapori liguri

  • Ricette
  • Itinerari
  • Experience