Sua maestà… il Vermentino

Un bicchiere di Vermentino difficilmente si dimentica.

In provincia della Spezia il Vermentino conta ben 3 D.O.C.: “Cinque Terre”, “Colli di Luni” e “Colline di Levanto”. Tre prodotti davvero liguri. Attraversando in auto la strada provinciale n.51 “dei Santuari”, che potrai percorrere anche a piedi attraverso i vigneti, verrai rapito dallo scenario mozzafiato che ti si presenterà davanti agli occhi: colline sinuose con i loro vigneti, alcuni a picco sul mare, dove in lontananza riconoscerai pian piano tutti i paesi che compongono le Cinque Terre.

Tanta bellezza merita uno stop per scattare una foto e condividerla. Lungo il percorso si incontrano le tre sottozone “cru” della doc “Cinque Terre”: Costa de Campu di Manarola, Costa de Sera di Riomaggiore, Costa de Posa di Volastra. Questi sono i territori dove si coltiva la vite. Inoltre, la loro esposizione e conformazione geografica fa sì che si produca il miglior Vermentino.

Il Vermentino è un vino bianco che più invecchia e più diventa buono. Infatti, se avrai la pazienza di aspettare anche 4/5 anni prima di bere la bottiglia, sarà allora che ti darà le maggiori soddisfazioni al palato, un po’ come i grandi vini bianchi francesi.

Tant’è vero che all’evento Liguria da Bere è stata lanciata una sfida tra la Liguria e i vicini francesi: Vermentino – Ostriche (spezzine) versus Muscadet – Ostriche (francesi). Per conoscere meglio la D.O.C. “Colli di Luni”, punta su Castelnuovo Magra per visitare le Cantine Lunae.

Dovrai assolutamente provare il “Mea Rosa”, un vino rosato prodotto da uve nere di Vermentino, da portare a casa e bere in famiglia, assieme a una bottiglia di Vermentino delle Cinque Terre e delle Colline di Levanto.