Taggia

Taggia

Un cuore immerso tra la campagna e una parte sul mare che offre ai turisti fantastiche vacanze balneari: sono queste le due anime che scoprirai a Taggia. Una costellazione di borgate diverse che unite tra di loro formano una località divisa tra natura, buona cucina e cultura. Arma di Taggia è un piccolo paradiso di mare e sole, mentre Taggia è orgogliosa della sua anima agricola. Devi sapere che questa è la patria delle deliziose olive taggiasche. I suoi tesori, quelli più amati dai buongustai, si nascondono nelle cucine delle case o nei ristorantini del borgo.

Nome in dialetto: Tàggia

IAT: Via Boselli, Arma di Taggia

Telefono: 0184 43733

Email: uit@comune.taggia.im.it

La leggenda narra che Maria Maddalena si fermò a Taggia prima di arrivare in Provenza. Ogni anno a luglio, si tiene la festa della Madaeina, con i ''Maddalenanti''che lanciano i fiori di lavanda e fanno il famoso

Attraverso le vie del centro

Incantevole ti appare il centro storico di Taggia in cui alcune strade sono di una bellezza rara: via Soleri con i suoi palazzi patrizi che si affacciano sulla strada e i portici antichi che ospitano mercatini dell’antiquariato e dell’artigianato. Via San Dalmazzo incanta con i suoi portali in ardesia dove sono scolpiti gli stemmi delle famiglie nobili.

A febbraio festa dei

Due tesori da scoprire

Non perderti uno dei conventi più belli della regione, il complesso monumentale più imponente di tutta la Liguria occidentale: il Convento di San Domenico. Al centro del chiostro svetta una palma altissima e un olivo avverte che la Valle Argentina è la valle della cultivar taggiasca. Merita una visita l’imponente ponte medievale romanico.

Sapevi che a Taggia fu piantato il primo albero di olive di una qualità particolare, portata dai crociati? Ne avevano apprezzato il gusto durante le guerre in Terra Santa.

Un po’ di sapori

Prima di ripartire devi assaggiare i canestrelli, o biscotti al finocchio e la cosiddetta figassa, una focaccia spessa condita con pomodori pelati, filetti d'acciuga, olive e aglio. La regina della tavola taggiasca rimane però l'oliva, deliziosa per stuzzichini o ricette elaborate, ottima per la produzione di un olio profumatissimo. Per assaporare simili bontà non c'è occasione migliore delle manifestazioni che nell'arco dell'anno si svolgono a Taggia.

Vivi

  • Consigli
  • Eventi
  • Itinerari
  • Experience
  • Consigli
  • Eventi
  • Itinerari
  • Experience